La Mediazione Familiare

 

 

Vantaggi della Mediazione familiare:

  • è limitata nel tempo (10/12 incontri) 
  • le parti elaborano in prima persona gli accordi rispetto al futuro
  • si raggiungono soluzioni eque, condivise e quindi più rispettate nel tempo
  • aiuta a ridurre la conflittualità e migliora la comunicazione all'interno della coppia
  • favorisce e valorizza la genitorialità, ponendo al centro i bisogni dei figli
  • i costi sono contenuti

 

A chi si rivolge:
  •  alle coppie e ai genitori in via di separazione o divorzio che vogliono affrontare gli aspetti legati alla riorganizzazione dell'assetto famigliare, con particolare attenzione al bisogno dei figli;
  • alle coppie separate o divorziate che intendono rivedere gli accordi presi in precedenza, in modo non conflittuale;
  • a coloro che vivono un momento di difficoltà relazionale e che desiderano riattivare il dialogo fra loro, con i figli o con le istituzioni.

 

La Mediazione familiare non è:

  • una consulenza legale 
  • una consulenza coniugale
  • una terapia individuale o di coppia 

 

Che cos'è:

 la Mediazione familiare è nata e si svolge principalmente in contesti legati alla separazione e al divorzio.

In tale ambito, la mediazione costituisce un percorso alternativo alle procedure legali tradizionali, in cui la coppia ha la possibilità di trattare sia gli aspetti relazionali, sia quelli pratici.

E' un intervento finalizzato a sostenere la coppia nell'affrontare la riorganizzazione delle relazioni familiari e le difficoltà del ruolo genitoriale. Con l'aiuto di un terzo neutrale, sono le parti a elaborare in prima persona gli accordi rispetto al futuro: i genitori, infatti, sono incoraggiati a pensare agli accordi che meglio soddisfino i bisogni di tutti i membri della famiglia, con particolare riguardo all'interesse dei figli, per essere ancora genitori insieme, nonostante la scissione della coppia.   Chi è e cosa fa il mediatore familiare:
  • è un professionista formato nella gestione dei conflitti;
  • è terzo imparziale e non è giudicante;
  • sostiene le parti nella riapertura di un canale di comunicazione e solo successivamente le guida nell'individuazione di accordi concreti (affidamento e mantenimento dei figli, casa coniugale, comunicazione della separazione al nucleo famigliare, continuità genitoriale).
  Il percorso di Mediazione familiare: l'intero percorso è strutturato in 10-12 incontri di un'ora circa, oltre ad eventuali colloqui individuali con ciascuna parte. Sono garantite riservatezza e confidenzialità. Al termine del percorso si apre la possibilità di eleborare un progetto d'intesa durevole, non imposto da terzi.   Gli incontri, condotti negli Studi di Pinerolo e Torino, si svolgono in co-mediazione, cioè alla presenza di due mediatori, con formazione post-universitaria biennale.  Agli incontri  saranno applicate le tariffe contemplate dallo Statuto A.I.Me.F.